Ortopedia Fontana, di Fontana Carmine

Articoli per l'ortopedia, la mobilità e la riabilitazione, l'ergonomia e la postura.

Fornitura di corsetti

Ortesi per il recupero delle patologie che colpiscono la spina dorsale

I corsetti sono studiati per supportare determinati progetti terapeutici in cui ginnastica correttiva e fisioterapia necessitano la presenza di determinate ortesi.

Sono strumenti utilizzati per supportare il recupero di patologie che coinvolgono la spina dorsale e la postura fisica in genere.

Occorre quindi utilizzare delle ortesi per il tronco specifiche, veri e propri dispositivi ortopedici che consentono di correggere le eventuali problematiche, consigliate dal Tecnico Ortopedico in accordo con il medico prescrittore.

Corsetto CHENEAU

Corsetti

ll Corsetto CHENEAU è costituito da una monovalva in materiale plastico, aperta anteriormente, rivestito internamente di materiale anallergico a cellule chiuse.

La valva in polietilene a media densità molecolare è alta posteriormente fin sopra alle scapole e anteriormente fino al manubrio sterno clavicolare.
Le pelotte di spinta, in materiale sintetico semirigido, sono fissate all'interno e variano per numero, forma e densità secondo necessità.

ll Corsetto di CHENEAU presenta fenestrature sul lato controlaterale alle pelotte di spinta per ottenere la correzione attiva delle curve scoliotiche e una ampia apertura toracica.

E allacciato anteriormente con fibbie e cinghie di nylon e con una chiusura sternale in acciaio inox toracica.
È allacciato anteriormente con fibbie e cinghie di nylon e con una chiusura sternale in acciaio inox regolabile.

ll Corsetto CHENEAU, realizzato su calco in gesso del paziente, è indicato nelle scoliosi dell'adolescente e come trattamento di fine cura, secondo prescrizione specialistica.

E' altresì indicato come sostegno postoperatorio dopo interventi chirurgici alla colonna vertebrale: la facilità di impiego e la possibilità di modifica in un secondo tempo (es: riduzione delle altezze) ne fanno un valido e pratico aiuto al medico e al paziente.

Corsetto Boston

cosetto boston


ll Corsetto BOSTON è costituito da una monovalva in materiale plastico aperta posteriormente. Caratteristica del Corsetto BOSTON è la capacità derotativa delle curve: all'interno della valva, in poli- propilene rivestita, vengono posizionate le pelotte di spinta in corrispondenza delle rotazioni toraci- che.

Le pelotte di spinta e di controrotazione sono in materiale sintetico, semirigido, variabili come for- ma e consistenza a seconda delle necessità. All'esterno del corsetto, anteriormente sulla linea mediana e posteriormente in linea paravertebrale, vengono termosaldate tre barre in materiale plastico, per garantire maggiore rigidità alla struttura. ll Corsetto è chiuso con fibbie e cinghie in nylon.

IlCorsetto di BOSTON è costruito su calco di gesso del paziente, risultando quindi ben tollerato e facile all'uso.
Deve essere sempre indossato sopra ad un indumento intimo.

Il Corsetto di BOSTON è indicato nella cura delle scoliosi lombari, dorso lombari e dorsali con apice non superiore a DB, secondo prescrizione specialistica.

Milwaukee

CORSETTO MILWAUKEE

Il Milwaukee è stata I'ortesi di tronco più comunemente usata nel mondo per il trattamento delle deformità vertebrali evolutive dell'infanzia e della adolescenza. Si propone di ridurre le curve scoliotiche in soggetti con apice non superiore a Ts.

Il meccanismo correttivo è basato sull'elongazione del tronco e sull'apertura delle convessità delle curve attraverso delle pelote di spinta situate sulle costole afferenti l'apice delle curve, per effettuare una derotazione del corpo vertebrale attraverso le costole.

Il corsetto di tipo Milwaukee è composto da una presa di bacino costruita su calco di gesso, con presa in polietilene generalmente rivestita con schiuma di polietilene o cuoio rinforzate con placche metalliche, due aste metalliche in acciaio inox posteriormente e anteriormente un'asta in lega leggera RX trasparente regolabili in altezza collegate ad un collare, di medesimo materiale, regolabile con appoggio occipitale e mentoniera anteriore. A tale struttura vengono applicate pelotte di compressione munite di tiranti con i quali si stabilisce I'intensità della spinta con cui si vuole agire.

Originariamente la presa di bacino veniva proposta in cuoio con rinforzi metallici.

Corsetto LIONESE

corsetto lionese

ll Corsetto LIONESE è composto da elementi in materiale plastico ad alta rigidità, trasparenti e atossici, uniti da due aste, una anteriore ed una posteriore in alluminio anodizzato.

Le aste e le parti in plastica sono collegate tra loro per mezzo di cerniere in acciaio inox che permettono l'apertura anteriore del tutore.
Gli elementi in materiale plastico comprendono la presa sul bacino, le pelotte di correzione e gli appoggi sotto ascellari.

Le pelotte di correzione sono regolabili e grazie alla loro spinta svolgono una buona azione modellante sui gibbl costali.
Il corsetto LIONESE viene realizzato su calco del gesso eseguito sul paziente e deve essere indossato sopra ad un indumento intimo.

E indicato nella cura delle scoliosi dell'adolescente e come trattamento di fìne cura, seguendo sempre le prescrizioni specialistiche.

Corsetto Dorso Acromiale

corsetto dorso

Il Corsetto Dorso Acromiale è composto da una monovalva in materiale plastico con apertura anteriore e da due appoggi propriocettivi acromiali regolabilì.

La monovalva, in polietilene a media densità, viene sagomata anteriormente sotto all'arco costale e posteriormente fin sopra all'apice scapolare.
I due appoggi propiocettivi sono in materiale plastico ricoperti da un tessuto sintetico semirigido: il loro compito è quello di correggere attivamente la curva cifotica lasciando libero il torace.

ll Corsetto Dorso Acromiale è indicato nella cura delle ipercifosi dorsali medie, compensate e scompensate, del dorso curvo idiopatico e della scoliosi lombare quando associata con il dorso curvo. E' importante al momento del rilievo delle misure con il calco in gesso, definire il tipo di cifosi: nel caso della compensata si dovrà ridurre la iperlordosi lombare con una moderata pressione addominale, nel caso della scompensata si riequilibrerà il tratto dorsale senza ridurre la lordosi lombare.

Corsetto Lombare Bolognese

CORSETTO CHENEAU

Il Corsetto Lombare Bolognese è costituito da una monovalva in materiale plastico, con apertura postenore.
La sua costruzione prevede sempre la confezione di un calco in gesso del paziente. Sul positivo che se ne ricava viene modellato un foglio di polìetilene ad alta rigidità riscaldato ad una temperatura di circa 180 gradi; questo materiale è atossico, leggero, ben tollerato e privo di coloranti. La spinta di correzione che viene applicata all'inter- no, è fissa ed è realizzata in materiale sintetico semirigido.

Al lato opposto, in corrispondenza dell'appoggio toracico viene fissata una controspinta, variabile per spessore e dimensione.
ll corsetto deve essere indossato sopra un indu- mento intimo, è chiuso da fibbie e cinturini in nylon, restando così ben aderente al corpo da risultare pratìcamente invisibile sotto gli abiti. Il Corsetto Lombare Bolognese è indicato nella cura delle scoliosì lombari e dorsolombari ed è costruito secondo prescrizìone specialistica.

Corsetto Antigravitarro Bolognese

corsetto antigravitario

ll Corsetto Antigravitarro Bolognese è composto da una monovalva in materiale plastico con apertura anteriore e da un'appoggio sternale regolabile.
La monovalva in polietìlene a media densità viene sagomata anteriormente sotto all'arco costale e posteriormente sotto alle scapole.

Nella linea mediana posteriore, in corrispondenza delle apofisi spinose, la valva viene prolungata fin sotto all'apice della cifosi.
Lo stimolo sternale collegato alla valva tramite due aste regolabili sìa sul piano verticale, sia sul piano saggitale ed collocato all'altezza del manubrìo sterno clavicolare.

È fondamentale, al momento del rilievo delle misure con il calco in gesso ridurre l'iperlordosi con una moderata pressione sul cavo addominale, ottenendo così una correzione immediata della postura cifotica del paziente. ll Corsetto Antigravitario Bolognese è indicato nella cura della ipercifosi dorsale, del dorso curvo idiopatico e della scoliosì lombare quando associata con il dorso curvo.

ln quest'ultimo caso, all'interno del corsetto si colloca una pelotta di spinta in pelle ricoperta in materiale morbido, fissata alla linea mediana posteriore e regolabile anteriormente tramite cinghia e fibbia. ll Corsetto Antigravitario Bolognese è ben tollerato in quanto leggero, pratico e pressochè invisibile sotto agli abiti; deve sempre essere indossato sopra ad un indumento intimo. Viene costruito secondo prescrìzione specialistica.

Lonese a tre punti

Si propone di ridurre le scoliosi prettamente lombari in soggetti adolescenti che abbiano una chiusura dell'angolo ileo-lombare e che non abbiano curve toraciche alte.
Imprimendo una spinta verso il basso (cresta) ed una laterale (verso I'asse principale della colonna) per riuscire a raggiungere come obiettivo l'apertura dell'angolo ileo-lombare.

Il corsetto è composto da due aste montanti in lega leggera RX trasparenti, una anteriore e una posteriore registrabili in altezza, con tre punti di appoggio: una spinta principale ileo-lombare, una controspinta pelvica eventualmente estesa fino al gran trocantere ed un appoggio toracico. ll corsetto tre punti viene realizzato in materiale plastico indeformabile ad alta rigidità.

ORTOPEDIA FONTANA | 136/140, Via Paolo Baratta - 84091 Battipaglia (SA) | P.I. 03012150656 | Tel. 0828 303314 | Fax. 0828 303314 | info@ortopediafontana.it | Informazioni legali | Privacy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite